Home - la rivista - oltre la lavagna - Addio, Antonella

testimonianzeoltre la lavagna

20/04/2021

Addio, Antonella

di Mario Ambel

Nei giorni scorsi è mancata Antonella Biscetti, maestra, organizzatrice culturale, amica, da decenni impegnata per la  promozione della lettura nelle scuole e per la difesa e la valorizzazione delle Biblioteche scolastiche.

Ne dà l'annuncio Torino Rete Libri Piemonte, evoluzione di Torino Rete Libri, la rete scolastica da lei fondata nel 2004 e per anni sorretta e alimentata dal suo instancabile e ostinato impegno.

Ne ripercorre i lavori, la passione, la ferma volontà mista a naturale serenità, Luisa Marquardt in un ricordo pubblicato su biblioragazzi.

Con Antonella, "insegnare" in collaborazione  con Torino Rete Libri, Aib, il Cidi Torino  e altri soggetti ha condiviso o promosso negli anni la realizzazione di quattro convegni: il primo, "Lettura e biblioteche scolastiche. Tra sogni, progetti e raltà territoriali"  nel 2007 ; quindi "Why not?. Buoni motivi per leggere" nel 2011; e ancora "La biblioteca scolastica. Una risorsa per la scuola delle competenze" nel 2014; e infine "Il piacere di leggere. 30 anni dopo: che cosa è cambiato?"  nel dicembre del 2017; questi ultimi due nei locali della Biblioteca Nazionale Universitaria.

Proprio durante i giorni di quest'ultimo appuntamento Antonella percepì qualche segnale di allarme: era la malattia che da allora non l'ha più abbandonata, sottoponendola a dure prove e momenti di speranza, che ha sempre affrontato con estremo coraggio.

Di lei ricorderemo e ci mancheranno le idee, la volontà positiva, la capacità di affrontare gli ostacoli in un solo modo: non lamentarsene e cercare il modo di superarli. Spesso con un sorriso.

Fino alle ultime settimane, nelle quali nonostante la fatica e le preoccupazioni, si appassionò al progetto di pubblicare "Voci dal lockdown" e ne promuoveva la raccolta fondi.

A fine 2020, in un messaggio a commento del periodo infausto che stiamo tutti con fatica attraversando, aveva scritto: "Sì, è vero, il mondo si è capovolto, ma chissà forse servirà a rimettere un po' di ordine. In fondo tutti ci rendevamo conto che stavamo correndo verso una deriva di valori. Non ho visto, per ora, grandi riprese sotto quell'aspetto, però ci vorrà tempo. Il bene è sempre meno chiassoso del male."

Almeno per oggi vogliamo sperarlo! Buon viaggo, Antonella.


L'immagine a lato del testo, dell'agosto 2020, è stata scattata da Maria Riccarda Bignamini.

l'autore

Mario Ambel Per anni docente di italiano nella "scuola media"; esperto di educazione linguistica e progettazione curricolare, Direttore di "insegnare".