Home - la rivista - oltre la lavagna - “Buon compleanno, Ungaretti”

segnaliamooltre la lavagna

28/02/2017

“Buon compleanno, Ungaretti”

a cura di Donatella Urban

 “Buon compleanno, Ungaretti” è il titolo dell’annuale appuntamento di approfondimento dell’opera di Giuseppe Ungaretti  che l’amministrazione comunale di Santa Maria la Longa propone quale omaggio alla figura del grande Poeta. Proprio in questo piccolo paese della bassa friulana  egli scrisse, il 26 gennaio 1917, una delle più famose  poesie del Novecento italiano: "Mattina".

Mattina

M'llumino
d’immenso

Santa Maria La Longa il 26 gennaio 1917

La prima edizione di “Buon compleanno, Ungaretti” si tenne nel febbraio 2008, nata da un’idea di Antonino di Colloredo Mels. Proprio in quel periodo si stavano infatti collocando nella piazza del paese le  pietre carsiche con incise le tre liriche composte da Ungaretti a Santa Maria la Longa,  a coronamento della scultura di Franco Maschio che doveva evocare la più nota di queste: "Mattina".

A di Colloredo Mels parve che alle pietre si potesse aggiungere anche un incontro con il pubblico per parlare ogni anno di Ungaretti come di un familiare caro ricordandolo nel suo giorno natale. Propose l’evento all’assessore competente che accettò idea e titolo. Da allora l’Amministrazione Comunale di Santa Maria la Longa ha continuato a proporre di anno in anno l’iniziativa cercando di analizzare ogni volta nuovi aspetti della poetica ungarettiana.

Nell’edizione di quest’anno, la decima,  tenutasi mercoledì 8 febbraio 2017, è intervenuta la Dott.ssa Antonella Tredicine che ha esposto il suo saggio intitolato "Per assenza di luce. Dialogando con Ungaretti e Pasolini" (2016), reperibile sul sito del Centro studi pasoliniani di Casarsa. La relazione di Tredicine è stata accolta da un pubblico attento e numeroso, che ha ascoltato con notevole interesse anche il racconto del lavoro svolto dalla professoressa con la classe terza B della scuola secondaria di I grado “Baracca “ di Roma intitolato “Dalla trincea al cuore” per una lettura di Giuseppe Ungaretti [1]. Il pubblico presente ha pienamente condiviso la passione, l’impegno e l’amore per la poesia trasparse dalle scritture degli alunni.

In occasione delle celebrazioni per il centenario di composizione della poesia Mattina anche gli alunni della classe quinta della locale Scuola Primaria di Santa Maria la Longa hanno presentato un progetto didattico intitolato "Ogni cosa è illuminata – un itinerario multimediale sull'opera di Giuseppe Ungaretti". Il progetto  si è proposto l’ambizioso obiettivo di "liberare" la poesia dai suoi soliti spazi di fruizione e portarla ovunque e a chiunque fuori dalle aule e dai libri, nei luoghi della quotidianità e dell'interazione sociale. Ciò si è realizzato grazie a sei formelle per esterni dotate di un QR code che rimanda alla visualizzazione del disegno e all’ascolto della lettura delle poesie da parte dei bambini. Le formelle, di cui proponiamo qui un esempio, saranno collocate negli spazi pubblici del paese a disposizione di chiunque voglia collegarsi al sito con il proprio smartphone.

 

 

Note

1. Cfr. “Dalla trincea al cuore”, insegnare, febbraio 2017.

Immagine a lato: Un momento della relazione di Antonella Tredicine, accanto al Sindaco e all'Assessora di S. Maria la Longa

l'autore

Donatella Urban Assessora alla cultura del comune di Santa Maria la Longa (UD)