Home - i/stanze - tecnologi@scuola

di Marco Guastavignasopravvivere al 2.0

  • set 2020 - Vuoto a perdere - Lo scorso 23 settembre, presso la Commissione Cultura, ha avuto luogo l'audizione informale della Ministra dell'istruzione in merito alle priorità ...
  • giu 2020 - Incompetenza di merito - Il 16 giugno è scadenza fiscale: osservo davanti alle banche gli assembramenti mascherati di coloro che – per mancanza di dispositivi o di fiducia nei ...
  • gen 2020 - Realtà disaumentata - Ancora una volta diffondiamo un documento molto particolare. Si tratta della prima delle “Favole allo smartphone”, importante esempio di storytelling ...
  • nov 2019 - La scuola della competizione - Il panorama è sempre più fosco. Mi riferisco all’ennesimo documento del Superiore Ministero, infarcito – in geometrica e ultraventennale ...
  • lug 2019 - Profilazione minorile - Tra i molti temi che alcune riviste online dedicate alla scuola ripropongono ogni anno, accanto alla evergreen abolizione degli esami di Stato o alla lamentazione sulla ...
  • mar 2019 - Il paese dei balocchi programmabili* - Ci risiamo: 120 docenti di ogni ordine e grado saranno distaccati dal Superiore Ministero per coordinare l’innovazione tecnologica e metodologica ...
  • gen 2019 - Allodole per specchietti? - Ricordate la questione degli "ambienti innovativi"?  La solerzia del Superiore Ministero è tale che ci tocca ...
  • dic 2018 - Percorsi di liberazione concettuale - Finalmente è ufficiale! Finalmente è ufficiale: l’innovazione è il fine ultimo, l’obiettivo strategico del nostro sistema di istruzione, ...
  • mag 2018 - Vent’anni dopo, a gamba tesa - Scrivo per non urlare. Per non urlare il mio sdegno per le sorti della nostra Repubblica, sempre più ostaggio della personalizzazione, della demagogia, ...
  • dic 2017 - Dai più migliori ai pessimissimi - Ancora una volta rendiamo pubblico un documento riservato. Si tratta dell’European Liberist Framework for the Digital Competence of Educators. Lo scritto che i ...

Di che cosa parliamo

La rubrica vuole essere presidio del senso critico, contrastare i diversi elementi della deriva demagogica dell’innovazione tecnologica: pensiero pedagogico unico, marketing concettuale, darwinismo digitale.

L'autore

Insegnante di Scuola secondaria superiore e formatore, si occupa da quasi trent’anni di “nuove” tecnologie e rappresentazioni grafiche della conoscenza. Traccia la sua attività intellettuale in www.noiosito.it.




Fogarolo Flavio, Guastavigna Marco,  Insegnare e imparare con le mappe. Strategie logico-visive per l'organizzazione delle conoscenze, Centro Studi Erickson, 2013

Il volume - dedicato all'uso didattico e educativo delle mappe come strumento in grado di sostenere l'apprendimento attraverso l'organizzazione visiva, logica e funzionale delle proprie conoscenze analizza e confronta i tipi di rappresentazione grafica più efficaci, ciascuno con un diverso modello logico-visivo e con uno scopo cognitivo differente. Nel volume si forniscono inoltre indicazioni operative per migliorare l'efficacia delle mappe come strumento compensativo per gli alunni con difficoltà di apprendimento o inadeguato metodo di studio, nonché per ridurre i rischi sottesi al loro utilizzo come facilitatori (mappe fornite già pronte): banalizzazione dei contenuti, apprendimento meccanico, atteggiamento passivo da parte dello studente.