Home - la rivista - opinioni a confronto - Dal Ministero della Pubblica Istruzione a quello del Merito.

il casoopinioni a confronto

21/10/2022

Dal Ministero della Pubblica Istruzione a quello del Merito.

a cura di insegnare

La pagina è un work in progress: le segnalazioni sono dalle meno alle più recenti.


Il nuovo ministero, frutto della vittoria elettorale del centro destra, non ha ancora cominciato a operare che va già oltre le più funeste previsioni.
Il cambio di denominazione indica una direzione di marcia di portata assai grave.

Inutile girarci attorno. Per sapere che cosa sia il merito e che cosa implichi in fatto di scuola, come modalità di valutazione dell'agire umano, basta consultare un qualsiasi dizionario. Prendiamo il Vocabolario Treccani:

mèrito2 (poet. mèrto) s. m. [dal lat. merÄ­tum, der. di merere «meritare»]. – 1. a. Il fatto di meritare, di essere cioè degno di lode, di premio, o anche di un castigo: premiare, punire, trattare secondo il merito.

Sappiamo bene che cosa c'entri con la scuola e quale idea di scuola implichi, benché ieri alcuni si interrogassero sul senso in cui andava inteso l'uso del termine e ipotizzavano che si voglia alludere alla necessità di incentivare, riconoscere e premiare il merito dei docenti.

Spiace che l'ANP, anche se era prevedibile, si sia affrettata a lodare questa scelta:

Antonello Giannelli, Presidente ANP: “Auguriamo buon lavoro al nuovo Governo presieduto dall’On.le Giorgia Meloni e, in particolare, al Ministro dell’Istruzione e del Merito On.le Giuseppe Valditara. Riteniamo particolarmente apprezzabile il riferimento al merito, tristemente trascurato nel nostro Paese, di cui siamo convinti sostenitori”.

Che cosa pensiamo dell'affannosa ricerca di misurare il merito dei docenti abbiamo già detto a proposito dell'infelice proposta del Ministro uscente sul "docente esperto":

"Il docente esperto III - la vendetta” (per la serie: “A volte ritornano”  di Maurizio Berni (2022)

Il docente esperto - un boomerang per la scuola democratica  di Angela Caruso  (2022)

Ruolo chiave della formazione? di Maurizio Muraglia (2022)

***

Ma una scuola fondata sul "merito" è in realtà assai grave anche e soprattutto se l'applicazione del concetto riguarda gli allievi. E assume in questo caso un vago sapore anticostituzionale. Proviamo a ribadire perché.

Un gravissimo cambio di paradigma di Valentina Chinnici (2022)

Una medaglia al merito di Mario Ambel (2014)

L'idea di subordinare l'istruzione pubblica a questa o quella ideologia (la meritocrazia lo è, a tutti gli effetti, e non certo delle migliori) è già di per sé un fatto grave. Subordinare l'istruzione alla ricerca e al riconoscimento del merito è contrario a tutta la normativa vigente in fatto di scuola.
Ci aspettiamo ora che il Ministro convochi al più presto Commissioni a lui sodali per riscrivere tutta la normativa scolastica e le relative Indicazioni programmatiche, perché non ce n'è una fondata sul merito. In tutte le  Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, per esempio, la parola "merito" non compare mai. 

***

"Merito" è un concetto complesso da circoscrivere e applicare alla scuola. Anni fa, era il 2015, abbiamo dedicato a "merito e meritocrazia" un interessante convegno di studi, che si tenne a Pescara e che affrontò la questione del punto di vista del diritto, della filosofia e della pedagogia. Chi volesse può riascoltare le relazioni che vi si tennero.

"Tra merito e meritocrazia: Principi in bilico". Gli interventi al Convegno

a cura di Luigia Amoroso e insegnare

Nel video a lato del titolo, le battute conclusive del convegno.

***

E pensare che ieri mattina ci eravamo chiesti se il nuovo Ministro si sarebbe occupato di contrasto alle disuguaglianze!

Superato dagli eventi, di Mario Ambel

***

Questo cambio di denominazione del Ministero, con tutto ciò che comporta, è anche l'occasione per chiedersi chi, in modo diversi, ha reso possibile quanto è successo:

Chi si merita il Merito, di Giuseppe Bagni, Presidente nazionale del Cidi.

***

Perché in questo sistema scolastico e sociale, parlare di merito significa di fatto ammantare di retorica la difficile battaglia contro la disuguaglianze e la dispersione scolastica.

Entrando nel merito  di Paola Lattaro

***

 

Un'attenta analisi delle varie sfaccettature della questione, per confutare le ragioni dei sostenitori del merito e per dimostrare come, in realtà, il merito non si addica alla scuola pubblica delineata dal dettato costituzionale.

Il merito non si addice alla scuola  di Mario Ambel

***

Un'ottima presa di posizione del “Forum per l’Educazione e la Scuola”, che raccoglie  Associazioni di insegnanti, dirigenti scolastici e genitori del Piemonte, sotto forma di Lettera aperta alla Presidente del Consiglio.

Spett. Presidente del Consiglio On. Giorgia Meloni

***

Una ricca    Rassegna stampa nel "merito"  commentata, a cura di insegnare

Parole chiave: merito
Loading the player ...

sugli stessi argomenti

» tutti